Leyla Tommasi - Umberto Fischietto Palazzolo - Ugo De Cesare - Chiara Chines - Sandro Manzali - Bruna Malaguti - Alessia De Lucia - Flavia Altomonte - Roberto Greganti - Martina Menichini - Marlene De Giovanni - Giuseppe D'Amico - Marco Pennacchini - Mattia Zuffellato - Gianluca Nappi - Stefano Volpe - Vito Capozzo - Marco Greco Angelico - Diego Migali - Roberto Cesaretti - Francesca Di Modugno - Nicoletta Mondellini - Francesco Pugliese - Massimo Biggi - Laura Badiini - Tommaso Venturini - Francesco D'Emanuele - Tommaso Mancini - Barbara Sirotti - Marco Omage - Alessandro Loi - Matteo Tibiletti - Leyla Tommasi - Umberto Fischietto Palazzolo - Ugo De Cesare - Chiara Chines - Sandro Manzali - Bruna Malaguti - Alessia De Lucia - Flavia Altomonte - Roberto Greganti - Martina Menichini - Marlene De Giovanni - Giuseppe D'Amico - Marco Pennacchini - Mattia Zuffellato - Gianluca Nappi - Stefano Volpe - Vito Capozzo - Marco Greco Angelico - Diego Migali - Roberto Cesaretti - Francesca Di Modugno - Nicoletta Mondellini - Francesco Pugliese - Massimo Biggi - Laura Badiini - Tommaso Venturini - Francesco D'Emanuele - Tommaso Mancini - Barbara Sirotti - Marco Omage - Alessandro Loi - Matteo Tibiletti - Leyla Tommasi - Umberto Fischietto Palazzolo - Ugo De Cesare - Chiara Chines - Sandro Manzali - Bruna Malaguti - Alessia De Lucia - Flavia Altomonte - Roberto Greganti - Martina Menichini - Marlene De Giovanni - Giuseppe D'Amico - Marco Pennacchini - Mattia Zuffellato - Gianluca Nappi - Stefano Volpe - Vito Capozzo - Marco Greco Angelico - Diego Migali - Roberto Cesaretti - Francesca Di Modugno - Nicoletta Mondellini - Francesco Pugliese - Massimo Biggi - Laura Badiini - Tommaso Venturini - Francesco D'Emanuele - Tommaso Mancini - Barbara Sirotti - Marco Omage - Alessandro Loi - Matteo Tibiletti - Leyla Tommasi - Umberto Fischietto Palazzolo - Ugo De Cesare - Chiara Chines - Sandro Manzali - Bruna Malaguti - Alessia De Lucia - Flavia Altomonte - Roberto Greganti - Martina Menichini - Marlene De Giovanni - Giuseppe D'Amico - Marco Pennacchini - Mattia Zuffellato - Gianluca Nappi - Stefano Volpe - Vito Capozzo - Marco Greco Angelico - Diego Migali - Roberto Cesaretti - Francesca Di Modugno - Nicoletta Mondellini - Francesco Pugliese - Massimo Biggi - Laura Badiini - Tommaso Venturini - Francesco D'Emanuele - Tommaso Mancini - Barbara Sirotti - Marco Omage - Alessandro Loi - Matteo Tibiletti - Leyla Tommasi - Umberto Fischietto Palazzolo - Ugo De Cesare - Chiara Chines - Sandro Manzali - Bruna Malaguti - Alessia De Lucia - Flavia Altomonte - Roberto Greganti - Martina Menichini - Marlene De Giovanni - Giuseppe D'Amico - Marco Pennacchini - Mattia Zuffellato - Gianluca Nappi - Stefano Volpe - Vito Capozzo - Marco Greco Angelico - Diego Migali - Roberto Cesaretti - Francesca Di Modugno - Nicoletta Mondellini - Francesco Pugliese - Massimo Biggi - Laura Badiini - Tommaso Venturini - Francesco D'Emanuele - Tommaso Mancini - Barbara Sirotti - Marco Omage - Alessandro Loi - Matteo Tibiletti - 
TASTO CATEGORIA
  • CANTANTI
  • VOICES LAB
  • FLEXY SPEAKERS
  • HIGH LEVEL VOICES
  • BIG VOICES
  • Scegli la voce

  • Scegli la voce

  • Pronto al microfono

  • Spazio al tuo format

  • Blog

Cerca nel Blog

Cerca nel Blog

 

SCEGLI CATEGORIA

Parliamo di Visual Radio con Claudio Astorri

Una delle collaborazioni più interessanti degli ultimi mesi è senz'altro quella tra Axel Technology, azienda bolognese leader nei sistemi per il broadcast e Claudio Astorri, vero “guru” della comunicazione e famoso radio-specialist italiano. Ed è proprio con Claudio che Marco Picchio parla di “Visual Radio” e delle novità in casa Axel legate a questa nuova frontiera.

Intervista realizzata da Marco Picchio

Amici di VOCI.fm un saluto da Marco Picchio! La radio nella sua forma più attuale, ovvero la “Visual Radio” è l’argomento dell’intervista di oggi sul #sitodellevoci. Ci occorreva un esperto e abbiamo, ovviamente, pensato a lui. Chi meglio di Claudio Astorri per disquisire di radio da un’angolazione più tecnica del solito. Buongiorno Claudio e benvenuto su VOCI.fm!
Buongiorno e grazie a voi!

Partirei parlando della tua importante collaborazione con Axel Technology, che tra l’altro è ormai da anni partner di VOCI.fm. Axel Technology sta cambiando pelle e tu sei parte integrante di questo rinnovamento, in quanto, appunto, Radio-Specialist. Raccontaci un pò di questa collaborazione, com’è nata?
Nasce da lontano, nel senso che da quando mi sono avvicinato a questo mondo (parliamo del 1981), mi hanno sempre appassionato le “stazioni radio”, intese come il “dietro le quinte” di un'emittente radiofonica. Ho subito meno di altri il fascino del microfono, preferendo sempre gli aspetti dell’organizzazione aziendale, i flussi del lavoro e questo mi ha portato, nel tempo, anche ad occuparmi dei software specifici per il settore. Anche le mie consulenze sono molto strutturate e spingono sempre verso il miglioramento della raccolta pubblicitaria e delle performance aziendali.

Noi di VOCI.fm ti seguiamo sempre e spesso condividiamo gli articoli del tuo sito, li troviamo molto interessanti!
Ti ringrazio! Io ho rappresentato per 15 anni una società americana, l’RCS di Selector e conclusa questa esperienza mi sono trovato volentieri e spontaneamente con Giuseppe Vaccari, CEO di Axel Technology, che in quel momento stava cercando di dare ai prodotti software per le radio una vicinanza maggiore proprio a quei processi gestionali, a quella competenza organizzativa radiofonica che ho sempre cercato dentro di me, che ho alimentato con tanti viaggi internazionali, con tanti confronti e con tanta ricerca. La collaborazione con Axel nasce da questo, dalla voglia di sviluppare i prodotti software in modo ancora più permeabile all’organizzazione aziendale. Una partnership che ha respiro internazionale, quello che ho acquisito prima, con la società americana RCS e quello che, comunque, caratterizza anche Axel Technology, presente in ben 120 paesi del mondo, una copertura incredibile.

Durante l’IBC 2018 ad Amsterdam, senz'altro la più importante fiera del Broadcast in Europa, hai suscitato grande interesse presentando l’offerta Axel per la Visual Radio, ce ne puoi parlare?
Volentieri. All'IBC ho avuto conferma di come la Visual Radio sia un tema internazionale. Quali sono le esigenze primarie che spingono verso questa nuova frontiera: la prima è dettata dalla necessità di “consegnare” la radio dentro le case. Gli apparecchi radio (sintonizzatori FM) sono in diminuzione e lo documentiamo spesso nei numeri, c’è il televisore che è diventato il centro mediatico da cui passano tutti i segnali e quindi la Visual Radio, ovviamente, è un sistema per cui le radio possono non solo diversificare la loro offerta, ma anche entrare proprio nelle tv di casa. Il secondo è un motivo più promozionale, se vogliamo, ma non meno importante: permettere attraverso la Visual Radio di accedere con la propria emittente ai “large screen”, i monitor nei grandi magazzini, nel piccolo bar del viale sotto casa ecc. Detto questo, la soluzione di Axel è semplicemente straordinaria, perché è una scatola, si chiama “VJ Pro”, composta da una parte hardware e dal software VJ Pro, che però, devo dire, è assolutamente facilissimo. La cosa che ha colpito gli operatori è che con solo 8 widget si possono controllare tutte le funzioni della Visual Radio, gestirne gli elementi grafici, l’automazione dei microfoni combinata alle videocamere e tutto il resto. La regola fondamentale della tecnologia di Axel è riassunta in “radio rules” (la radio comanda) perchè il sistema VJ Pro si collega a qualsiasi regia di un'emittente radiofonica e prende proprio lo scheduling del sistema adattandosi completamente. Di questa fantastica caratteristica va dato merito al reparto sviluppo interno di Axel Technology, composto da ben 10 persone. La seconda regola di base, è che VJ Pro si collega benissimo a tutte le consolle digitali; noi lo abbiamo presentato e raccomandiamo la nostra, che è la Oxygen 3000, ma ci sono possibilità di collegare banchi di regia Studer, Axia ecc. Altra promessa: non vogliamo impattare l’organizzazione di una stazione radiofonica, quindi non serve aggiungere persone per far funzionare al meglio questo sistema, non c’è una modifica dell’approccio verso gli ascoltatori, è tutto automatizzato. È una sfida interessante, a mio avviso, anche perché dopo l’investimento iniziale, la radio può avere, sostanzialmente, lo stesso costo di esercizio, a fronte di un sistema multimediale assolutamente più interessante.

Parliamo in chiusura del discorso “Webinar”. Stai tenendo questi seminari interattivi in rete, ma quali sono gli argomenti che tratti? E come ti si può contattare per accedervi?
Dunque, gli ormai famosi Webinar di Axel Technology sono organizzati con il mio supporto, ma contano, assolutamente, su tutto il personale di Axel Technology; quello che ho seguito in particolare, e che ripetiamo annualmente, è il “Music Programming Webinar” di cultura musicale generale, che ha avuto parecchi iscritti, ben più di 50 nella precedente edizione. La novità, se mi permetti, è il fatto di aver esteso gli Webinar fuori dall'Italia, iniziando a promuoverci internazionalmente; dopo l’IBC, abbiamo realizzato Webinar con partecipanti da tutti i Continenti. Li proponiamo sia in lingua inglese che in lingua italiana, comunicandoli attraverso il nuovo sito di Axel Technology e sui relativi social (Facebook e Linkedin), dove pubblichiamo le informazioni in modo tempestivo.

Poi c'è anche il tuo sito internet, no?
Certo, astorri.it fa il punto sulla radio, non sempre leggerissimo, perché mi occupo spesso di analisi, dati, numeri, però chi ha voglia di approfondire credo possa trovare dei post interessanti.

Grazie Claudio Astorri e buon lavoro!
Grazie agli amici di VOCI.fm, a presto!